Curiosità di viaggio

Dov’è più rischioso viaggiare nel 2017? Ve lo dice una mappa

Shady Abou Dib363 views

Siria, Afghanistan, Yemen, Libia, Darfur, Somalia e Sud Sudan; queste le  mete più a rischio nel 2017 secondo la mappa realizzata da International Sos e Control Risks

Le aziende di sicurezza International Sos e Control Risks hanno realizzato una mappa che individua i livelli di rischio per i viaggiatori nel 2017. Se state pianificando un viaggio all’estero e non siete certi delle condizioni di sicurezza socio-politica o di eventuali epidemie nella meta prescelta, un’occhiata a questa mappa è sicuramente consigliabile.

Ad esempio, la diffusione del virus Zika e le recenti vicende di terrorismo internazionale hanno portato il 72 per cento delle persone a ritenere che i rischi che si corrono viaggiando saranno più alti nel 2017 rispetto a quelli del 2016. Non solo; i turisti sono pessimisti anche per gli anni a venire: il 57 per cento di loro ritiene che il 2018 sarà poi peggiore del 2017.

La mappa è stata pubblicata insieme al sondaggio Ipsos Mori, che indaga riguardo alle esperienze dei viaggiatori di tutto il mondo. Questa ricerca rivela che i potenziali attacchi terroristici sono in cima alla lista delle preoccupazioni dei viaggiatori con il 51 per cento. Segue a ruota il timore di disordini civili, che tocca il 36 per cento. In realtà, però, i rischi maggiori sono rappresentati da quelli derivanti da microcriminalità e scarsa sicurezza per le strade.

Quest’anno si aggiudicano la palma di paesi più pericolosi Siria, Afghanistan, Yemen, Libia, Darfur, Somalia e Sud Sudan. Insieme a loro anche le regioni di Timbuktu e Kidal, nel Mali. Molti di questi sicuramente non rappresentano una novità, essendo spesso al centro delle cronache internazionali. Risultano come paesi più sicuri invece Norvegia, Svezia, Finlandia, Islanda, Danimarca, Svizzera e Slovenia. Insomma, la Scandinavia si rivela ancora una volta modello di sicurezza e civiltà. Sorpresa per alcuni la Slovenia, ma chi vi è stato è ben consapevole della quiete che vi si respira.

La mappa, che potete consultare QUI, indica attraverso le differenti colorazioni – dal verde al rosso scuro – i paesi con il minor o maggior grado di rischio per chi viaggia. Nel caso abbiate qualche esperienza contrastante con i risultati di questa ricerca, non esitate a farcelo sapere! Per il resto, viaggiate sicuri!

Credits: International Sos, Control Risks, TPI, Ipsos Mori

Leave a Response