Esplorazioni urbaneesplorazioni urbane di WE360Foto Esplorazioni WE360

WE360 URBEX PIEMONTE: manicomio abbandonato, le foto dello staff World Explore

Andrea Meloni1 comment629 views

Lo staff di WE360 in esplorazione. Oggi vi presentiamo queste foto che ci riportano in un noto manicomio abbandonato in Piemonte.

La località è segreta, non tanto perchè amiamo fare i misteriosi, ma per preservarla da ulteriori incursioni vandaliche. Il complesso in questione è enorme, oltre venti edifici a più piani completamente abbandonato a se stesso. All’interno diversi padiglioni, i più interessanti dei quali sono appunto quelli utilizzati per la pratica avulsa dell’elettroshock, delle vasche per l’inutile idroterapia, e di altre amenità mediche praticate sino a poco tempo fa in questi istituti.

Da notare il teatro, andato a fuoco tempo addietro.

La struttura in se non crea particolare timore, si respira tanta disperazione, le mura riecheggiano ancora delle grida disperate di centinaia di persone, alcune nate, cresciute e morte dentro questo complesso.

Sono presenti gli archivi, da cui si evince la mole di persone che gestivano.

L’idea generale è una tremenda tristezza mista ad agonia, dove ad essere imprigionati non erano solo i pazienti, ma anche coloro i quali cercavano di aiutarli, in un girotondo infinito di amore e odio.

Penetrare in quel luogo significa entrare in una bolla di tempo sospesa, in cui a dominare le tue emozioni sono sensi che solitamente restano sopiti, a capo di tutti una fortissima empatia stimolata in continuazione da spunti visivi forti (alcuni posizionati ad arte da urbex precedenti)

Negli uffici amministrativi sono presenti ancora i quaderni con i turni degli infermieri, che si scambiavano messaggi e cose da fare tra una fascia oraria e l’altra.

Era sicuramente presente una scuola professionale per infermieri, presentimento giustificato dal ritrovamento di scritti su protocollo per un esame e libri di studio.

La passione per le esplorazioni urbane di WE360 nasce dalla necessità di scavare a fondo nella mente delle persone. Cosa c’è di meglio se non osservare la loro evoluzione attraverso edifici abbandonati con il tempo ma che all’epoca rivestivano un’importanza vitale?


Andrea Staff World Explore 360

AndreaSi può dire che ho sempre avuto tantissimi interessi. Lo sport, l’architettura, la fotografia ma soprattutto i viaggi sono le cose che amo di più.

Viaggiare per me ha un significato profondo perché indica un bisogno impellente di esplorare luoghi sempre diversi.

Per me il viaggio comincia nel momento in cui inizio a pensarlo, questo perché mi ritrovo ad immaginare il posto in cui andrò, cercando ovunque informazioni, immagini o racconti di altri viaggiatori. Quello che mi attira è scoprire le diversità nel mondo, mettendo a confronto le varie culture, inoltre penso sia stupendo sapersi adattare alle diverse situazioni toccando con mano la realtà, percorrere luoghi sconosciuti, assaggiare cibi mai visti prima e imparare qualche parola in una lingua sconosciuta.

Insieme ai viaggi coltivo la grandissima passione per la fotografia, questo perchè non esiste un luogo della terra che non meriti di essere visto e immortalato, inoltre penso sia il modo migliore per mantenere vivo il ricordo e poterlo condivide

Viaggio perché ho bisogno di “crescere”

1 Comment

Leave a Response