EuropaEuropa OccidentaleRacconti di viaggio

Alla scoperta di Tenerife: la guida di Matteo Fogli

WE 360601 views

Matteo ci illustra le Bellezze di Tenerife, un’isola appartenente all’arcipelago delle Canarie. Buona Lettura!


Teide

il Vulcano Teide nel centro dell’isola, molto bello e particolare! Quasi sempre ci sono le nuvole ma come puoi vedere dalle foto salendo ci finisci sopra e l’effetto è impressionante! Volendo si può arrivare filoni cima ma le alternative sono una teleferica da 30€ a testa o una camminata di 5 ore. Io vi consiglio di salire in macchina e farvi un giro per il parco naturale, è poco impegnativo e comunque affascinante.

Las Teresitas

-tenerife

Spiaggia vicina a Santa Cruz (nel nord dove vivo io) fatta con sabbia prelevata direttamente dal Sahara. Solitamente molto calda e il mare è sempre calmissimo perchè c’è una barriera di pietre quindi si può sempre fare il bagno in super tranquillità. La spiaggia è libera ma si possono affittare sdraio e ombrelloni per pochi euro.

Nel paesino vicino poi ci sono dei posti buoni per mangiare il pescato.
Volendo guidando 5 minuti si arriva in cima ad una montagna li vicino da cui si vede tutta la spiaggia.

El Puertito + La Caleta-tenerife

El Puertito è un paesino nel sud che si raggiunge facilmente in macchina (percorrete autopista sud fino all’uscita “Armeñime” che è proprio al fondo, subito dopo l’inizio dei lavori in corso, da li scendete ancora un po e ad un certo punto c’è un’indicazione per playa San Juan, la prendete ed al fondo dopo alcuni tornanti vi trovate di fronte ad un parcheggio di terra). Nel puertito di fronte all’unico bar c’è una spiaggia dove di solito ci sono molti sub, facendo il bagno li la mattina con un po di fortuna e nuotando un po in giro troverete le tartarughe!

Dal Puertito poi volendo si può camminare una mezzora in terreni un po sconnessi per raggiungere La Caleta, una delle spiagge più belle e meno turistiche dell’isola dove vive una comunità di hippie (vedrete un po di gente nuda).. Per come raggiungerla vi conviene chiedere nel Bar perchè a volte la strada semplice è chiusa. L’unico problema di questi due posti è che in caso di marea molto alta si rimpiccioliscono molto (la spiaggia delle tartarughe praticamente sparisce ma si può cmq entrare in acqua dalla rampa per cercare le tartarughe).

El Medano

-tenerife

La spiaggia del Medano è una delle più belle. Ce ne sono due: una a sinistra della montagna rossa (dove c’è il paese) e una a destra. Il problema di queste spiagge è che sono entrambe molto famose per windsurf e kitesurf e sono super ventose la maggior parte dei giorni quindi vi consiglio di controllare bene le previsioni.. In ogni caso anche il centro del paese è carino quindi potreste cmq dare un’occhiata. Volendo è possibile scalare la montagna rossa (30 minuti in salita) dalla quale si gode di un buon panorama (soprattutto la sera al tramonto ma il problema poi è tornare al buio). Nel paese ci sono anche alcuni negozi carini per vestiti.

Playa del Duque

-tenerife

Posto e spiaggia molto turistici ma cmq belli soprattutto per il colore dell’acqua e adatti a relax perchè ci sono ombrelloni lettini e tutto il resto. L’unico problema potrebbe consistere nel trovare parcheggio a seconda dell’orario e del giorno in cui ci andrete.

Los Gigantes

tenerifeAltro posto molto turistico come quasi tutti quelli al sud, però può valer la pena (visto che siete un gruppo grande) di fare un tour con una barca per fare avvistamento delfini e cetacei. Dissoluto durano sulle 2 ore, sono comprensivi di qualche bevanda e un po di cibo e si può vedere (oltre che ai delfini) tutta la costa de Los Gigantes ovvero scogliere abbastanza alte a picco sul mare con alcune spiegate di qua e di la. Cercate di contrattare perchè cercano sempre di spennare i turisti. Tutto ciò lo trovate arrivando al fondo della città dove c’è il porto (che è anche un parcheggio a pagamento comodo per lasciare la macchina). Volendo esiste una compagnia che propone una combinazione di: avvistamento cetacei + gita in kayak + pausa e pranzo in spiaggia + snorkeling il tutto a un prezzo molto contenuto (mi sembra 30€).

Li nei paraggi poi c’è una spiaggia carina (anche se nulla di che) che si chiama Playa de La Arena o una roba del genere. Anche questa leggermente turistica perchè è praticamente in città.

La Orotava e Icod Del Vinos

La Orotava è un paesino di collina vicino a Puerto della Cruz, non è molto turistico ed è carino da girare un po a piedi tra le case colorate, il centro storico e un sacco di balconi tipici (nella tradizione locale sono molto importanti).

Li da quelle parti (circa 15km) c’è anche Icod del Vinos altro paesino molto famoso per il suo vino (ci sono molti posti dove fare degustazioni) e anche per il “Drago Millenario” ovvero l’albero più antico di Tenerife (il “drago” è un tipo di albero tipico delle Canarie molto importante per la loro cultura).

Anaga e Playa Benijo

-tenerife

Benijo è la mia spiaggia preferita, è nel nord ed è un po’ più “selvaggia” nel senso che oltre ad essere di sabbia vulcanica (nera) non ha ombrelloni lettini e simili e anche il mare spesso è abbastanza mosso (si può prendere qualche onda e divertirsi ma non si può fare il bagno rilassati e nuotare ecco). Per raggiungerla c’è da camminare una decina di minuti (stradina+ scalini). Anche qua bisogna fare attenzione non solo al vento ma anche un po’ alle maree perchè in caso di marea molto alta la spiaggia non è praticabile.

Per raggiungere queste spiagge del nord (sono 3 in fila e Benijo è l’ultima) bisogna attraversare il parco di Anaga percorrendo una strada tutta tornanti con panorami molto belli e completamente diversi da quelli del resto dell’isola. Volendo proseguendo oltre Benijo inizia una strada sterrata che arriva ad un paese sperduto, da li si possono fare delle passeggiate e godere di bei panorami ma cmq vi consiglierei di fermarvi a Benijo.

Masca

Si trova vicino a Los Gigantes, io non ci sono ancora andato ma tutti mi hanno detto che è assolutamente da fare. In pratica Masca è questo paese arroccato su delle montagne vicino al mare; ci sono 3 alternative ovvero: lasciare la macchina a Masca scendere a piedi in mezzo a dei canyon fino a raggiungere una spiaggia in mezzo alle scogliere e da li prendere prima la barca che porta al los Gigantes e poi la navetta/taxi che riporta a Masca dove si è lasciata la macchina, seconda alternativa il contrario (ovvero arrivare alla spiaggia in barca e poi salire fino a Masca). L’ultima alternativa è quella di lasciare la macchina a Masca e fare andata e ritorno camminando ma mi sembra che la camminata così ammonterebbe più o meno a 5h totali!

Punta de Hidalgo e Spiaggia Surfisti-tenerife

Questa è una combinazione che ho fatto con i miei fratelli ma non so se sia adatta. Sempre a Nord c’è questo paese chiamato Punta de Hidalgo dove si trovano delle specie di piscine naturali nelle quali si può fare il bagno e ancora una volta il paesaggio è molto bello, caratteristico e selvaggio (le foto non rendono onore perchè quel giorno c’era brutto tempo).

Sempre da quelle parti, a 10 minuti di macchina c’è una spiaggia molto bella e poco conosciuta (ci vanno solamente i surfisti). Secondo me è molto bella e soprattutto sempre libera, però ancora una volta no lettini e ombrelloni ma soprattutto il problema è raggiungerla perchè bisogna camminare e, anche se la strada non è molta, potrebbe essere un problema per i più anziani perchè c’è stata una frana e alcuni passaggi sono un po’ complicati. Niente di eccezionale ma non so se per la nonna sia fattibile.

Altri Consigli

Sicuramente dovrete andare almeno una volta a mangiare pesce perchè ovviamente qua oltre ad essere economico è molto buono (evitate solo posti troppo acchiappa turisti) e almeno una volta in un “Guachinche” ovvero selle specie di osterie, solitamente un po sperse per paeselli o montagne, che offrono cibi caratteristici e buonissimi per veramente poco.

Altro piccolo consiglio, se vi piace il caffè dovete assolutamente provare il “Baraquito” che è un modo di fare il caffè con un liquore tipico dell’isola, veramente buono a patto che non lo prendiate in un posto turistico. Ovviamente avrò tralasciato qualcosa ma questo è più o meno quello che vi farei fare (ho tralasciato le cose super turistiche ma per quelle non c’è bisogno del mio aiuto).

 

Leave a Response